Referendum 17 aprile: il grande silenzio della politica piemontese

Referendum 17 aprile: il grande silenzio della politica piemontese

Legambiente invita la politica locale ad esprimersi per il SÌ al referendum sulle trivelle. Venerdì 8 aprile a Torino il corner #DimmiDiSì

Tanti cittadini in queste settimane si stanno mobilitando al fianco delle associazioni ambientaliste per il voto al referendum del 17 aprile. Una mobilitazione che sta coinvolgendo capillarmente tutto il Piemonte e che mira, in tempi record e grazie ad un attivismo diffuso, a spiegare l’importanza di una consultazione che va ben oltre il tecnicismo del quesito referendario.

“Far esprimere gli italiani sulle scelte energetiche strategiche che deve compiere il nostro Paese è la vera posta in gioco di questo referendum. Legambiente insieme alle altre associazioni ambientaliste e a tanti cittadini si sta mobilitando per informare sull’appuntamento referendario e per invitare a votare SÌ. La grande assente in questa campagna referendaria è però la politica piemontese che, salvo poche eccezioni, non si sta esprimendo sul referendum. Sarebbe invece opportuno –dichiara Fabio Dovana, presidente di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta– che chi ha ruoli politici a livello locale e chi si candida ad averli in futuro si esprimesse in modo esplicito sul referendum. Vogliamo continuare a difendere le grandi lobby petrolifere e del fossile a discapito dei cittadini, che vorrebbero meno inquinamento, e delle migliaia di imprese che stanno investendo sulla sostenibilità ambientale e sociale? Noi crediamo che il nostro Paese debba prendere con decisione, e coerentemente con gli impegni assunti alla conferenza sul clima di Parigi, la strada che porta fuori dalle vecchie fonti fossili e per l’innovazione del nostro sistema produttivo. Cosa ne pensa la politica piemontese?”.

E’ bene ricordare che i promotori del referendum sulle trivellazioni sono 9 Consigli Regionali, che in modo trasversale e a prescindere dai colori politici, hanno portato avanti la battaglia contro l’articolo 38 del decreto legge Sblocca Italia che favorisce la colonizzazione dei nostri mari da parte dell’industria petrolifera.

Per raccogliere le intenzioni di voto in vista del referendum Legambiente invita gli esponenti della politica piemontese al corner #DimmiDiSì che verrà allestito venerdì 8 aprile in piazza Castello angolo via Garibaldi a Torino. L’appuntamento per i giornalisti è per le ore 11.

Tag: , , ,