Festa dell’Albero 2018: centinaia di piantumazioni all’insegna dell’accoglienza e solidarietà

Festa dell’Albero 2018: centinaia di piantumazioni all’insegna dell’accoglienza e solidarietà

Legambiente dedica il consueto appuntamento per la piantumazione di nuovi alberi all’accoglienza e alla solidarietà, “perché questi valori possano mettere radici solide”

Il 21 novembre arriverà un tocco di verde e di bello nei giardini pubblici, nei cortili delle scuole, negli angoli degradati delle città. Stiamo parlando della Festa dell’Albero, giunta alla sua 24 edizione, grazie a cui ogni anno Legambiente mette a dimora tantissimi giovani arbusti lungo la Penisola, tra essenze aromatiche e giovani alberi, celebrando così il loro indispensabile contributo alla vita.

“Quest’anno dedichiamo la Festa dell’Albero all’accoglienza e alla solidarietà affinché come gli alberi, questi valori possano mettere radici forti e profonde e fermare le ondate di razzismo e intolleranza che stanno attraversando in modo preoccupante i nostri territori –dichiara Francesca Galante, membro del Consiglio di Presidenza di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta-. Gli alberi, ogni giorno, ci stringono in un abbraccio ideale, essendo i primi alleati nella lotta ai cambiamenti climatici. Proteggerli significa quindi difendere il territorio e le specie che lo abitano e le iniziative di quest’anno hanno proprio l’obiettivo di sensibilizzare i cittadini, a partire dalle giovani generazioni, sul valore ecosistemico degli alberi”.

La Festa dell’Albero accenderà come ogni anno i riflettori sull’importanza del verde per contrastare le emissioni di CO2, l’inquinamento dell’aria, prevenire il rischio idrogeologico e la perdita di biodiversità. Ma la Festa quest’anno sarà dedicata in particolare a porre l’attenzione sull’importanza della scuola come luogo di condivisione, partecipazione, coesistenza e valorizzazione di diverse culture. Mettere a dimora nuovi alberi, quindi, come gesto simbolico che diventa occasione per restituire alla comunità spazi belli e accoglienti, ma anche per dedicare la giornata di piantumazione alla costruzione dell’Albero dei valori, per permettere ai ragazzi di esprimere i valori che ritengono debbano essere alle radici dello stare insieme nel rispetto di tutti.

Tante le iniziative organizzate dai circoli di Legambiente in collaborazione con i Comuni piemontesi in occasione della Festa dell’Albero 2018. Si è partiti la scorsa settimana con piantumazioni al Parco del Po a Casale Monferrato (AL), a Galliate (NO) e a Torino dove hanno trovato dimora nell’area ex Michelin del Parco Dora 230 sono aceri campestri e 30 carpini nel corso dell’iniziativa “1000 Alberi per Torino” organizzata dal Comune e dalla Città Metropolitana di Torino con la collaborazione dei giovani del progetto VisPO – Volunteering Initiative for a Sustainable PO, che coinvolge volontari tra i 18 e i 30 anni in azioni di pulizia e valorizzazione delle sponde del Po e dei suoi affluenti in territorio piemontese. Una piantumazione simbolica è in programma martedì 20 novembre a Ivrea (TO) nell’area dell’ex lago di città, in collaborazione con un gruppo di richiedenti asilo. Ma la maggior parte delle iniziative sono in programma mercoledì 21 novembre. Nuovi alberi troveranno dimora nelle scuole di Beinasco (TO), nella frazione Arè di Caluso (TO), a Luserna San Giovanni (TO) e a Carmagnola (TO). Iniziative anche nel novarese, a Trecate, dove verranno piantumati diversi alberi; al parco di via Cefalonia a Novara dove in collaborazione con le scuole del quartiere verranno messe a dimora piante autoctone, e a Galliate, dove durante la settimana di apertura dell’Asilo nel Bosco (19/23 novembre) si organizzerà un momento di riflessione sulla Festa dell’Albero fornendo materiali alle classi per stimolarne l’attenzione e la riflessione. A Pinerolo (TO) l’appuntamento è alle 14:30 al Parco della Pace per terminare la piantumazione di alcune alberate iniziato 2 anni fa grazie al contributo del circolo locale di Legambiente e della ditta Freudenberg Sealing Technologies. Saranno presenti anche diversi ragazzi migranti che hanno collaborato alla pulizia delle aree verdi della città. Piantumazioni in programma anche a Rivoli (TO) presso il giardino della scuola media Levi e il giardino della materna Garcia Lorca. Sempre nell’ambito della Festa dell’Albero ma giovedì 22 novembre il circolo di Legambiente “Pasquale Cavaliere” del Basso Canavese organizza alle ore 21 presso la Sala Magaton del chiostro di piazza Mazzini a Caluso (TO) un incontro pubblico dal titolo “Migrazioni e Cambiamenti climatici – Riscaldamento Globale, degrado ambientale, profughi e accoglienza”. Durante la serata sarà possibile firmare per sostenere l’iniziativa dei cittadini europei (ICE) “Welcoming Europe” per chiedere all’Unione Europea di presentare un atto legislativo volto a decriminalizzare la solidarietà, creare passaggi sicuri per i migranti e proteggere le vittime di abusi. Infine, sabato 24 novembre, ad Asti verranno messi a dimora diversi alberi in corso Casale mentre a Gaiola (CN), oltre a diversi laboratori e piantumazioni, si terrà il convegno “Verso una gestione forestale sostenibile, per tutelare il territorio e la biodiversità, contenere il cambiamento climatico e rafforzare la filiera forestale”.

Tag: , , ,