Al via il lungo weekend di Puliamo il Mondo

Al via il lungo weekend di Puliamo il Mondo

Da venerdì 26 a domenica 28 settembre oltre 200 iniziative e circa 8000 volontari all’opera in tutto il Piemonte e Valle d’Aosta

Luogo simbolo dell’edizione 2014 l’ex area Thyssen a Torino e il territorio della Valsusa e Val Sangone

E’ ai blocchi di partenza il lungo week-end di Puliamo il Mondo, la più grande iniziativa di volontariato ambientale organizzata in Italia da Legambiente in collaborazione con la Rai ed in programma il 26, 27 e 28 settembre. In Piemonte e Valle d’Aosta sono previste oltre 200 iniziative e sono attesi circa 8000 volontari impegnati a ripulire aree degradate e rendere più belle e vivibili le nostre città. Una sfida che da ventidue anni richiama cittadini, amministrazioni e scuole a fare un gesto concreto a favore dell’ambiente. E i volontari di Puliamo il Mondo non saranno soli, la loro azione sarà condivisa in tutto il mondo dato che Puliamo il Mondo è la versione italiana di Clean Up the World, la più importante campagna internazionale di volontariato ambientale nata a Sidney, in Australia, nel 1989 e portata poi in Italia nel 1993 da Legambiente.

Luoghi simbolo di questa ventiduesima edizione in Piemonte e Valle d’Aosta saranno l’ex area Thyssen a Torino e il territorio della Valsusa e Val Sangone. Qui tra venerdì 26 e domenica 28 settembre, in 12 diversi comuni, si celebra la prima importante tappa del percorso condiviso tra Legambiente e le amministrazioni delle due valli per arrivare nel 2015 alla costituzione di un ecodistretto di eccellenza a partire dalla gestione dei rifiuti. A Torino, invece, sabato 27 è in programma un grande evento di pulizia a pochi passi dal vecchio stabilimento Thyssen e dal Castello di Lucento per aumentare l’attenzione sull’area in vista del progetto di riqualificazione.

Alla vergogna dei rifiuti abbandonati e al ricorso ancora massiccio allo smaltimento in discarica, vogliamo contrapporre le storie di comuni che hanno deciso di intraprendere un percorso virtuoso all’insegna della riduzione dei rifiuti e di una raccolta differenziata spinta –dichiara Francesca Galante, responsabile campagne di Legambiente Piemonte e Valle d’Aosta-. È sempre più urgente infatti adottare politiche ambientali per ridurre lo smaltimento in discarica, che rimane ancora oggi la principale opzione di gestione dei rifiuti, e che rischia di tradursi per l’Italia in una multa Ue da 60 milioni di euro. Coinvolgendo i cittadini e le amministrazioni in azioni concrete Puliamo il Mondo vuole proprio innescare un virtuosismo che fa bene al Paese e che dà slancio alla Green Economy.

L’edizione 2014 di Puliamo il Mondo lancerà quindi il suo messaggio: se gestiti correttamente i rifiuti sono un’opportunità e non devono essere visti come una vergogna. Un messaggio che verrà rilanciato dalle tantissime iniziative rivolte alla cittadinanza organizzate dai comuni e dai circoli di Legambiente. Sabato 27 settembre ad Asti i volontari saranno impegnati nella pulizia dell’area dal parco Lungo Tanaro nel Bosco dei Partigiani e nel Parco Monte Rainero. A Collegno verrà resa più bella e fruibile la pista ciclabile di viale Certosa. A Rivoli la pulizia dell’area intorno al Castello coinvolgerà molte associazioni del territorio e saranno in programma diversi laboratori sui rifiuti rivolti alle famiglie. A Meina, sul Lago Maggiore, sono previste per domenica 28 settembre operazioni di pulizia, taglio dell’erba e raccolta di rifiuti lungo le spiaggie e l’alveo del torrente Tiasca. I volontari, muniti di stivali di gomma, saranno all’opera anche a Pinerolo per la pulizia della riviera del Lemina e a Molare (Al) per la pulizia nella zona del Torrente Orba. Altre iniziative sono in programma a Rivalta Torinese, Villastellone e Cassinelle.

Come sempre sono tantissime anche le iniziative di Puliamo il Mondo rivolte al mondo della scuola. Soltanto a Novara, venerdì 26 settembre, saranno più di 2000 i bambini, appartenenti a più di venti istituti scolastici, ad essere impegnati in attività di pulizia dei cortili delle scuole e dei parchi cittadini. Più di trecento giovani volontari prenderanno parte alle iniziative in programma nella stessa giornata a Chieri, Pino Torinese e Andezeno. A Camerana e Cortemilia, oltre duecento bambini parteciperanno ad una giornata educativa all’interno di Puliamo il Bormida, un progetto che vede la collaborazione, oltre che di alcuni comuni sulle sponde del Fiume Bormida, altresì della Regione Piemonte. Due le iniziative in programma a Ivrea: venerdì 26 settembre verranno coinvolte le scuole del quartiere Bellavista per abbellire l’ingresso della Scuola Don Milani e per la manutenzione del parco giochi in prossimità della scuola; sabato 28 settembre, dopo la positiva esperienza degli anni precedenti, viene inoltre ripetuta la giornata dedicata alla raccolta dei rifiuti ingombranti nel quartiere San Bernardo. Ma sono diverse le iniziative in Canavese che coinvolgeranno scuole, associazioni e cittadini: a Borgofranco, Collereto Giacosa, Lessolo, San Martino. Tantissime le classi che hanno aderito a Puliamo il Mondo anche nel resto del Piemonte e Valle d’Aosta: bambini e ragazzi parteciperanno alla giornata di volontariato -solo per citare alcune località coinvolte- anche ad Alessandria, Alpignano, Castelnuovo Scrivia, Sommariva del Bosco e Caresana. Ecodom, il consorzio italiano per il recupero e riciclaggio degli elettrodomestici, ha deciso di regalare per l’occasione, a sette scuole del Piemonte e della Valle d’Aosta, un pacco contenente i kit per partecipare a Puliamo il Mondo.

Le proposte di Legambiente – In occasione di Puliamo il mondo, Legambiente rilancia le sue proposte per un’Italia rifiuti free: 1) ridurre e riciclare prima di tutto, come dimostrano le tante esperienze virtuose delle regioni del nord-centro ma anche nel sud Italia in grado di creare tra l’altro nuova economia e occupazione. 2) Praticare serie politiche di prevenzione, perché sono ancora troppi i problemi irrisolti sul fronte della riduzione. 3) Rottamare lo smaltimento in discarica. Nel frattempo continuano a farla da padrone in diversi territori i “signori” delle discariche o degli inceneritori, che anestetizzano ogni sviluppo di un ciclo virtuoso di rifiuti fondato su riciclaggio e prevenzione. Per Legambiente è importante pretendere il rispetto della direttiva europea e utilizzare la leva economica per aumentare i costi, modificando l’ormai superata legge sull’ecotassa del 1995. Le Regioni devono rimodulare l’attuale ecotassa, facendo pagare i Comuni in base al raggiungimento degli obiettivi di legge sulla differenziata. 4) Premiare chi produce meno rifiuti. Per Legambiente chi produce meno rifiuti deve essere premiato. La nuova tassazione a carico delle famiglie e delle aziende deve essere equa e premiare i comportamenti virtuosi. 5) Fermare la costruzione di nuovi inceneritori e chiudere gli impianti obsoleti; 6) Moltiplicare gli impianti di riciclaggio, soprattutto per la frazione organica.

Le iniziative di Puliamo il Mondo sono organizzate dai circoli di Legambiente in collaborazione con le amministrazioni comunali, le associazioni, i comitati di quartiere. Puliamo il Mondo è organizzato anche grazie alla collaborazione di Afidamp Servizi, la società commerciale di AfidampFAB, associazione rappresentativa del comparto del cleaning professionale.

Per partecipare a Puliamo il Mondo è possibile rivolgersi direttamente al circolo di Legambiente più vicino, telefonare allo 011.2215851, oppure presentarsi direttamente ai banchetti organizzati nelle varie zone coinvolte per ricevere la sacca degli attrezzi e partecipare alle operazioni di pulizia. Tutte le informazioni su www.puliamoilmondo.it oppure http://www.facebook.com/puliamoilmondo

Tag: , ,