Verso l’Ecodistretto della Valsusa e della Val Sangone

riciclo_raccoltadifferenziata_rifiuti

Il percorso di costituzione dell’ecodistretto della Valsusa e della Val Sangone è un progetto condiviso da Legambiente con diversi comuni del territorio e consiste nel portare avanti pratiche virtuose dal punto di vista ambientale e in particolare per quel che riguarda il ciclo dei rifiuti

Il progetto s’inserisce all’interno della campagna Piccola Grande Italia che ha come obiettivo la valorizzazione dei piccoli comuni italiani.

L’avvio del progetto è avvenuto il 23 giugno 2014 in occasione dell’incontro “La buona gestione dei rifiuti nei piccoli Comuni della Valsusa e della Val Sangone” svoltosi ad Avigliana. Nei mesi successivi 15 Comuni hanno aderito tramite delibera al protocollo d’intesa proposto da Legambiente: 11 Comuni della Valsusa (Almese, Avigliana, Borgone Susa, Bussoleno, Chiusa San Michele, Condove, Mattie, Sant’Antonino di Susa, Susa, Vaie, Villar Focchiardo) e 4 Comuni della Val Sangone (Bruino, Coazze, Giaveno, Valgioie).

Ciascun Comune ha scelto alcune tra le azioni indicate dal protocollo che consistono sia in iniziative da intraprendere nell’ambito della gestione dei rifiuti sia in quello della sensibilizzazione e informazione della cittadinanza. Sono state scelte da ciascun Comune almeno due azioni dal primo gruppo e tre dal secondo da intraprendere entro il 2015. Successivamente si stabilirà se i tempi saranno maturi per la costituzione dell’Ecodistretto di Legambiente denominato Valsusa e Val Sangone. Questo non sarà l’atto conclusivo ma l’avvio di un ulteriore percorso condiviso volto a migliorare sempre di più la gestione dei rifiuti.

Alcune tappe del percorso:
21 giugno 2014, Avigliana
27 giugno 2015, Bruino
14 novembre 2015, Giaveno: a confronto per una gestione virtuosa dei rifiuti

 

Di seguito un elenco delle buone pratiche portate avanti dai Comuni:

 

Tag: , , , ,